Sport

Novak Djokovic non è un fenomeno – Ha molta fortuna

I guai fisici di Nadal, l’età avanzata di Federer, la non continuità di Murray, e un tabellone sempre molto “spianato” ha fatto registrare ultimamente alcune clamorose e inaspettate vittorie di un Serbo che, tutto è, al fuori di un fenomeno del Tennis.

Inoltre, ha avuto nell’ultimo anno tanta fortuna dalla sua, basti ricordare la semifinale con Roger Federer agli AO del 2011, già persa da Novak con servizio Federer e Match Point, dove il serbo in risposta, sparacchia via una palla per liberarsi dalla partita e andare meritatamente sotto la doccia.

Sarebbe stato il giustissimo epilogo di una partita dominata dallo svizzero, ma invece…..

Dove va a finire la “sparacchiata” del mediocre tennista ? Riga Esterna. Se non è fortuna quella, come la dobbiamo chiamare ?

Lo chiamano anche joker per la sue grandi performance di imitatore, e su questo a dire il vero, è davvero imbattibile.

In molti adesso si “accalcano” ad osannare il Serbo, ma da qui ed eguagliare i VERI grandi del Tennis gli occorrerebbe 50 anni e non gli basterebbe.

Dicevamo prima “Fortuna” o “c…o” e di questo ne ha tanto, ma tanto tanto. Ogni volta che sta’ per “soccombere” con l’avversario di turno, infila una serie impressionate di nastri a favore, mezze righe esterne, stecche con la racchetta che procurano inevitabilmente punto a suo favore.

Roger Federer in una sua intervista, ha dichiarato di quel famoso punto agli AO 2011: che è stato.. “INCONCEPIBILE”.

Si, perché se un tennista sparacchia una risposta tanto per rispondere (aveva oramai perso ) e gli va sulla riga, anzi un spicchio di riga, non sapremo anche noi come chiamarlo.

Federer Dice “INCONCEPIBILE” noi lo traduciamo con un grandissimo “C…o”

E’ vero, la fortuna aiuta gli audaci, ma in questo caso la fortuna è davvero cieca.

Novak Djokovic è un buon giocatore di Tennis, non discutiamo di questo, ma da qui a paragonarlo con i grandi del tennis ce ne vuole davvero tanto.

Solo in Serbia viene definito e acclamato come se fosse un dio nell’olimpo del tennis, purtroppo per il popolo serbo, djocovic è solo un giocatore mediocre di tennis che ha saputo sfruttare un momento di fortuna e disgrazie fisiche altrui.

Senza contare le sceneggiate quando perde, basta ricordare la Gloriosa semifinale al Roland Garros 2011 vinta da Federer, e sul Match Point faceva “i suoi versetti” per le luci troppo alte.

Quando perde, se la prende anche con il pubblico, che come sappiamo, il joker, non è amato come altri grandissimi.

Insomma, quando perde trova scuse, come quando ha perso nettamente da Ferrer ultimamente alle Finals di Londra, o quando il Giapponese Nishikori all’atp di Basilea 2011 (CH) gli ha rifilato un 6 a 0 sonante.

Bene, tutte quelle volte, cerca una scusa, lo abbiamo già detto, una volta la diarrea inesistente, una volta la schiena, una volta addirittura contro Nadal, ha dichiarato che non “funzionavano” le sue lenti a contatto. ( bastava cambiarle e non mi dite che non le aveva di ricambio)

Si, Novak djokovic è un mediocre giocatore, non è un fenomeno, non ha la classe di Federer, il Piglio di Nadal, il gioco di Lendl, la fluidità di mcenroe e potremmo continuare così.

Un Mediocre quindi, che in questo momento, grazie alle cattivissime condizioni di giocatori blasonati e molto più accreditati, si è ritrovato li, senza infamia e senza lode, eseguendo il suo bravo compitino da ottimo giocatore di Tennis.

I Grandi Maestri… sono tutta un’altra cosa, hanno un altro stile, un altra classe, giocano meglio, e certamente…..non si chiamano djokovic

TuttoNotizie.biz

Articoli Consigliati

Commenti

Nessun commento

Post a Comment